Blog: Realizza un calendario editoriale in 5 mosse

come realizzare un calendario editoriale per il blog

Sono le storie di vita vissuta che mi portano a realizzare questa breve infografica, con le informazioni di base per iniziare ad elaborare un calendario editoriale per un blog. Le cose sono più complesse ovviamente, ma la finalità è quella di riordinare le idee, perché la semplicità fa bene a tutti: a chi scrive e a chi legge.

A voler essere precisi, bisognerebbe partire con un’analisi del Tone of Voice, ovvero del tono aziendale, per capire come rivolgersi al lettore, quali parole usare e quali evitare. A seguire, si dovrebbe confrontare queste informazioni con l’analisi del target (le caratteristiche del lettore), e soprattutto con gli obiettivi e le aspettative che derivano dalla realizzazione del blog che stiamo costruendo. Un lavoro che, se fatto bene, rappresenta una solida base di partenza.

Fatto questo, si deve pensare ai contenuti: quanti e quali.
Stabilisci due macro argomenti e per ciascuno cerca di trovare almeno tre sotto categorie. Dedica molto tempo a questa fase perché è un passaggio cruciale. Trova anche degli argomenti da utilizzare come alternativa, da inserire nel calendario ogni tanto. Ti saranno di grande aiuto.

Ora è il momento di stabilire con quale cadenza pubblicare. Regola fondamentale: sii metodico, cerca di mantenere il ritmo della pubblicazione. Un consiglio? Non puntare alla quantità ma alla qualità. Pubblica articoli interessanti (per il lettore) e ben fatti oppure non pubblicare niente.

Se non pubblichi articoli per puro diletto, ma hai un obiettivo di business collegato al blog, allora pensa in anticipo. Gli articoli richiedono tempo per indicizzarsi su Google ed essere presenti come risposta ad una ricerca. Possono capitare anche dei problemi tecnici che richiedono tempo per essere risolti, tienilo presente. Non ha senso scrivere oggi per collegare l’articolo ad un’offerta lampo che scade domani. Avresti dovuto farlo mesi fa! La SEO (Search Engine Optimization) richiede tempo e pazienza, è una cosa lenta. Tu sii costante, non mollare e datti un anno di tempo per misurare alla fine i risultati.

Ora: scrivi. Informati, leggi, trova delle fonti autorevoli, scrivi il tuo articolo e poi fallo revisionare da un esperto. Non cadere nei tranelli della grammatica e dai spazio ai fatti e alle emozioni. Collega il tutto a delle immagini vere e reali (non quelle patinate da banca di immagini). E finalmente, pubblica!

Dalla pubblicazione in poi bisognerebbe aprire diversi capitoli, da come comunicare il tuo articolo sui social a come fare le ottimizzazioni SEO e infine come analizzare i risultati su Analytics. Ma se ti dico tutto adesso che gusto c’è? E cosa potrei scrivere nel prossimo articolo?

Ti lascio all’infografica, buona scrittura!

come nasce un calendario editoriale-2

Leave a Reply